Ponti o protesi su denti naturali

Cosa sono e a cosa servono

Le protesi su denti naturali sono dispositivi medici che servono a sostituire in modo artificiale i denti naturali persi. Il ponte dentale viene applicato ancorando i denti finti ai denti naturali ancora presenti per ottenere una buona occlusione, che impedirà lo spostamento dentale. Un altro obiettivo del manufatto protesico è ripristinare l’estetica del sorriso.

In quali casi è consigliabile applicare un ponte su denti naturali?

È un intervento a cui si può ricorrere nella maggior parte dei  casi, tranne quelli più gravi, cioè nelle persone che hanno perso tutti i denti (edentulia totale) o molti (edentulia parziale grave). L’applicazione del ponte è utile quando:

  • i denti vicini al dente mancante sono stati danneggiati gravemente dalla carie o hanno delle grosse ricostruzioni
  • uno o più denti sono rotti
  • in bocca mancano alcuni denti naturali (edentulia parziale)
  • hai una parodontite (o piorrea), cioè una malattia degenerativa che distrugge i tessuti che servono a sostenere i denti (gengiva, osso, cemento e legamento parodontale) e che ne provoca la caduta

Ogni caso è unico e sarà valutato con attenzione dal Dottor Bombardelli.

Quali sono i risultati e quanto durano i ponti su denti naturali?

I risultati di questo intervento sono sia funzionali sia estetici: funzionali perché una dentatura completa è fondamentale per poter masticare correttamente, estetici perché la mancanza di alcuni denti è un grandissima fonte di imbarazzo.

Quindi, subito dopo l’applicazione della protesi, potrai masticare, deglutire normalmente, parlare senza problemi  e non ti sentirai più a disagio quando sorridi o apri la bocca.

La durata della protesi dipende dalla salute dei denti naturali a cui è ancorata. Per evitare che si instauri una carie o un’infiammazione gengivale  è consigliabile mantenere una corretta igiene orale a casa, recarsi periodicamente dall’odontoiatra per una visita di controllo ed eseguire regolarmente sedute di igiene professionale.

Quali sono i vantaggi della protesi fissa rispetto a quella mobile?

  • Masticare è semplice come se tutti i denti fossero naturali
  • Una volta applicata non va più rimossa
  • L’effetto è naturale

Come viene applicata la protesi?

L’applicazione del ponte su denti naturali non è una procedura invasiva, ma prevede alcuni passaggi:

1. Preparazione dei denti naturali da usare come ancoraggio

Per prima cosa limeremo la parte esterna dei denti  a cui ancorare il ponte artificiale, che verranno ridotti nelle dimensioni per poter incollare un ponte provvisorio da tenere per alcuni mesi, così potrai prendere confidenza con la struttura artificiale e abituarti a masticare e parlare con una dentatura completa. Il ponte provvisorio ha anche una funzione estetica, perché protegge i denti limati (monconi) dalla vista. In questa fase prenderemo l’impronta dei denti per poter costruire la protesi definitiva.

2. Applicazione del ponte

A seguire faremo un test di precisione per verificare che non ci siano errori e che la protesi fissa sia inserita perfettamente nella tua dentatura, dopodiché la cementeremo in modo permanente.

È un intervento doloroso?

L’intervento avviene in anestesia, perché tu senta il minor fastidio possibile: oggi, infatti, in odontoiatria il dolore può  essere gestito in maniera ottimale.

Le esperienze dei nostri pazienti

Anna è una nostra paziente da molto tempo, ma la malattia parodontale e l’usura hanno modificato l’aspetto del suo sorriso. Le abbiamo consigliato l’applicazione di un ponte su denti naturali ed ora è felice di poter sorridere senza imbarazzo.

Lo studio

Studio Odontoiatrico
dott. Tiziano Bombardelli

Via Piave 22
38122 Trento

Tel: 0461 915410

Orari

Lunedì 8:30 – 16:30
Martedì 8:30 – 19:00
Mercoledì 8:30 – 19:00
Giovedì 8:30 – 19:00
Venerdì 8:30 – 16:30
Sabato e domenica Chiuso

Chiedi informazioni o prenota una visita

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Torna su